Giorno settantanove – Si conclude Homeland con un finale straordinario

Amici e lettori tutti, oggi trascuriamo tutti gli eventi odierni e celebriamo solo ed esclusivamente la conclusione di Homeland, straordinaria serie di spionaggio che in un arco di 10 anni ci ha fatto compagnia rimanendo sempre particolarmente integrata con l’attualità e spesso anticipando l’evoluzione geopolitica dei rapporti tra le superpotenze.

E Homeland significa solo Claire Danes, che in questa ultima straordinaria stagione ha mostrato ancora una volta la sua bravura, a fianco del grandissimo Mandy Patinkin. E una importantissima citazione va anche a Damien Lewis, indimenticabile protagonista delle prime tre stagioni, non a caso omaggiato anche nell’ultima puntata.

Un noto giornalista italiano scrisse tempo fa: “Bellissimo Homeland, grandi le prime tre stagioni poi datelo al gatto”. Non avrebbe potuto sbagliare di più. Certo la quarta e la sesta stagione non sono state eccezionali, la quinta e la settima sono state molto valide, ma tutte ci hanno portato a questa meravigliosa ottava stagione, a nostro giudizio di gran lunga la più bella di tutte e, siatene sicuri, non lo diciamo sull’onda dell’emozione per il sorprendente finale.

Grazie Carrie per tutti questi anni, grazie Damien Lewis, grazie Mandy Patinkin, grazie Claire!

Cari amici, ovviamente stasera possiamo salutarvi solo con una immagine della bellissima Claire. State tranquilli, domani torneremo a commentare, sopratutto i 60.000 assistenti civici :D, ma oggi è solo per Homeland e Claire Danes. Tenete duro e a domani.

claire danes

One thought on “Giorno settantanove – Si conclude Homeland con un finale straordinario

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: