Giorno Sessantaquattro – La quiete prima della tempesta autunnale

Cari amici, è stata una giornata dominata dal rientro in Italia di Silvia Romano. Noi vi diciamo subito una cosa: a nostro parere la sceneggiata all’arrivo faceva parte dell’accordo per il suo rientro in Italia per salvare la faccia ai suoi rapitori e anzi poter far loro dichiarare vittoria. Noi ovviamente festeggiamo il suo rientro a casa e speriamo che d’ora in poi scompaia dalla vita pubblica per essere in grado di razionalizzare quello che le è accaduto. E se fosse, come è sembrato a molti, anche incinta, beh.. speriamo che la cosa sia gestita nella massima riservatezza.

Il resto della giornata è passata tra dichiarazioni di vario tipo dei leader politici europei: Boris Johnson ha fatto un discorso che ci è sembrato un po’ confusionario ma c’e’ da capire che la situazione è grave e bisogna fare in modo di decomprimerla durante questa estate se vogliamo sperare che le misure che necessariamente dovremo prendere in autunno possano essere rispettate e gestite adeguatamente. Già vediamo un paese in preda alla preoccupazione per le bronchiti di stagione che andrebbero a sommarsi ad una recrudescenza dei casi da Coronavirus.

Bisogna quindi nel frattempo ritornare ad una pseudo normalità e ci sembra questa sarà la narrativa adottata dai politici di tutto il mondo. Donald Trump ha il problema delle elezioni da rivincere il 3 Novembre e quindi dovrà cercare di trascinare la fase di pseudo normalizzazione un pò più a lungo che qui in Europa, cosa fattibile anche grazia al clima autunnale generalmente migliore fino a quella data negli Stati Uniti.

Nel frattempo qui in Italia la lotta politica infuria sotto traccia ma dopo le nostre analisi dei giorni scorsi attendiamo qualche nuovo spunto durante questa settimana. La presentazione del decreto “Aprile” 😀 😀 😀 😀 😀 per la ripartenza economica non dovrebbe mancare di fornirci, a giudicare dalle indiscrezioni, molti spunti per ironizzare sulla situazione (ed essere contemporaneamente rattristati per la mancanza di iniziativa dei nostri politici). E questo sempre sperando che i casi al Nord rimangano sotto controllo per il resto della settimana, dettaglio questo di cui non siamo affatto convinti..

Oggi era la festa della Mamma e quindi la nostra domenica è stata dedicata al festeggiamento della nostra e a dedicare un pensiero a tutte le mamme del mondo, in particolare a tutte quelle che non ci sono più. Deve essere un giorno triste per molti questo e li abbracciamo virtualmente tutti.

Come immagine per chiudere la giornata scegliamo un idilliaco panorama invernale del lago di Bled in Slovenia, un luogo veramente magico. Confidando che questa scelta possa esorcizzare le nostre preoccupazioni per l’autunno in arrivo, come al solito cari lettori tenete duro e a domani.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: