Giorno Trentuno – Ci prepariamo alla Guerra Termonucleare Globale

Cari amici, con questo titolo ci siamo giocati ogni speranza di sembrare giovani 🙂 I piu’ anziani tra di voi sicuramente avranno riconosciuto la citazione da Wargames, noto film del 1983 in cui un giovane hacker interpretato da Matthew Broderick si introduce (via Internet?) nel computer del NORAD (ecco, questo c’e’ ancora fortunatamente) e per poco non scatena una vera guerra termonucleare globale.

(Una considerazione prima di continuare: ogni sera accendiamo un cero all’immagine di Vladimir Putin che ha gentilmente fatto sapere a chiunque si azzardasse a lanciare oggi una simile follia e sperare di vincerla che la Russia ha sviluppato l’arma definitiva che, se utilizzata in risposta, devasterebbe l’intero pianeta rendendo impossibile a chiunque lanciasse un attacco di godersi i frutti della vittoria. Non è un caso che gli americani cerchino di ritirarsi da tutto il mondo e di lasciare spazio alla Russia e alla Cina. Chiaro che gli USA di conseguenza vogliano assoggettare in qualsiasi modo tutto il loro continente, costi quel che costi. Fine della parentesi geopolitica).

Nella spaventosa partita globale in atto, che definirà gli assetti geopolitici di tutto questo secolo e anche oltre, la Cul.na Inchia..bile tedesca e il suo partner Rutte il Ruttatore olandese proprio in queste ore stanno su Zoom (si spera almeno in versione Enterprise e non quella free!) a cercare di risparmiare qualche centinaio di miliardi di Euro perché vogliono che noi italiani li tiriamo fuori dai nostri conti personali.

Mentre dall’altra parte dello schermo il nostro premier Conte è li che spiega alla Cul.na che senza l’Italia i tedeschi possono prendere i loro Euri risparmiati e infilarseli dove ovviamente non le batte il sole perche’, permetteteci l’ovvietà, già l’Europa ha perso la Gran Bretagna e se perdesse anche l’Italia.. (e a ruota la Grecia e chissà cosa accadrebbe a Portogallo e Spagna) cosa rimarrebbe in realtà? Una ridicola federazione franco/tedesca con un po’ di lacchè confinanti che non conterebbe nulla a livello internazionale.

Da queste due visioni contrapposte state sicuri che questa notte, o comunque rigorosamente prima che domattina aprano i mercati, se ne usciranno con un qualche aborto di compromesso in cui la Germania garantirà qualcosa e noi italiani mentiremo spudoratamente promettendo il resto. Insomma, un ridicolo teatrino delle parti che noi avevamo già pronosticato ieri.

Saremmo anche contenti se questo non accadesse e se diventassimo una colonia russo/americana, tanto siamo già sicuri che non accadrà. E quindi andiamo a letto sereni e preveggenti del futuro nelle prossime ore 🙂

Siamo però pronti alla pugna se necessario! Anzi, alla purga! Le nostre eroiche truppe stanno lavorando alacremente all’accumulazione di enormi scorte di Laevolac, Portolac e del temibile MOVICOL (che suona come MOVICUL.. :-)))) Tutti i lassativi più potenti del mercato sono a nostra disposizione!

L’opzione termonucleare globale è pronta! Se la Germania rifiuta di concedere le centinaia di miliardi necessari, le nostre valenti truppe sono pronte a inondare l’Adige di tonnellate di lassativi e dare un colpo mortale all’economia tedesca! Tutto il confine sud della Grande Germania diventerà un ammasso gigantesco di m….a costringendo alla resa il vituperato nemico tedesco!

(altra piccola lezione geopolitica: nella versione di inizio secolo scorso dell’inno tedesco, che dopo i noti casini della seconda guerra mondiale è stata modificata, la prima strofa definisce i confini tedeschi come “dall’Edig all’Eder”. E l’Edig in lingua tedesca è l’Adige. E non basta certo una guerra persa per modificare i confini storici nella coscienza di un popolo. Fine della geopolitica per oggi)

Il piano di battaglia è pronto, amici! Nel frattempo noi oggi siamo andati a fare la spesa e guardato su Sky un film sulla storia di Ted Bundy, grande recitazione di Zac Efron, lo consigliamo 🙂 Oltre al solito smart working, s’intende.

La nostra immagine di stasera mostra appunto il confine sud della Grande Germania a Verona, qui mostrato con una veduta da nostro punto preferito di Castelvecchio. Come sempre, tenete duro. A domani e preparatevi alla battaglia!

confine sud della grande germania

One thought on “Giorno Trentuno – Ci prepariamo alla Guerra Termonucleare Globale

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: