Giorno tre – Lettere dalla zona protetta (oggi)

Cari amici, qui non si può stare tranquilli due giorni in zona rossa senza che cambi tutto. Ma qui stiamo e come eroico baluardo manteniamo le posizioni contro l’infingardo CarognaVirus 🙂

E a quanto pare domani qui in Veneto ci saranno ulteriori restrizioni paragonabili ad un vero e proprio completo coprifuoco. Con conseguenze che saranno inenarrabili sul piano economico e sociale.

Il fatto che le due regioni con l’economia trainante del paese siano praticamente paralizzate francamente provocherà ripercussioni a catena che dubito l’attuale governo sia in grado di affrontare. Anche perché le misure da prendere per non fare affondare l’economia mi sembrano di una scala superiore a quella che è gestibile dalla politica nazionale. Comunque su questo magari farò un commento a parte con alcune opinioni che cercherò di supportare con qualche dato.

Comunque la giornata odierna è stata caratterizzata da eventi significativi:

Ulteriore visione del primo episodio di Homeland ultima stagione per apprezzarne le sfumature 🙂 L’abbiamo detto vero che teniamo in grande considerazione Claire Danes? 🙂 Ebbene sì, la giornata si è aperta con una dimostrazione di grande efficienza lavorativa e operatività :-)))))))))))))))

Lettura di qualche centinaio di mail arretrate e gestione delle poche cose odierne. Altro che lockdown, qui è chiusura generalizzata e indiscriminata!

Yoga!!!!! Ebbene si’, cari amici. Visto che piscine e palestre sono chiuse ho ritirato fuori un vecchio materassino da yoga che mi era stato regalato e che non avevo mai usato 😀 😀 Mi sono scaricato un corso da principiante su YouTube 🙂

Seguirà in serata visione della Champions League (forza Atalanta!) o di qualche film con molte sparatorie se possibile 🙂 Magari anche un po’ di armi chimiche che ci starebbero proprio bene con la giornata!

E per oggi dalla zona rossa protetta è tutto! Chiudiamo come sempre con una sobria e rassicurante immagine tratta da The Andromeda Strain, film con annesso morbo letale e relativo salvataggio del mondo del 1971 🙂 Tenete duro!