Coronavirus ovunque nel mondo

Non staremo qui oggi a discutere sul reale impatto del Coronavirus ma di una cosa siamo sicuri: il mondo non sarà mai piu’ come prima, visto che necessariamente questa esperienza comporterà l’essere pronti, e quindi strutturati, per rispondere a simili emergenze. Tutto sommato c’era da essere sorpresi che in questo mondo iper-globalizzato una situazione simile non si fosse presentata finora se non in forma molto ridotta.

Oggi invece abbiamo a che fare con una emergenza globale e, francamente, dando per scontato che l’epidemia mieterà le sue vittime ovunque, anche in zone come l’Africa e il Sud America che finora sono state marginalmente toccate, la vera chiave di volta sarà vedere come reagiranno gli Stati Uniti.

Se gli USA vedranno una esplosione inarrestabile dei casi e saranno costretti a chiudere le frontiere in entrata e in uscita, allora le conseguenze sull’economia globale saranno inimmaginabili e ci troveremo a fronteggiare un mondo dove le libertà individuali cambieranno definitivamente.

Speriamo di non vedere questo scenario accadere (in foto: una immagine dal film The Andromeda Strain del 1971, che parlava proprio di un morbo letale che si diffonde dopo il rientro di un satellite dallo spazio. Sono sempre stati avanti a Hollywood!)